FIMEL, 14 novembre 1990... 

Fondatore

 

rev brochure stampa-3

 

Da gli anni ’70 in poi l’utilizzo degli impianti di refrigerazione in Italia si diffonde in misura sempre maggiore, favorendo la nascita di aziende e di nuovi prodotti. Nel corso del decennio con lo sviluppo dell’intero settore si avvertì la necessità di figure specializzate, professionisti esperti e consulenti, capaci di intervenire nelle fasi del ciclo del freddo, dalla progettazione all’installazione, dalla manutenzione alla riparazione degli impianti: nasceva la figura del frigorista.

 

Fino ai primi anni ‘80 Michele lavora in una fabbrica specializzata nella produzione di tubi in PVC e di guarnizioni per frigoriferi. Il giovane operaio possiede una naturale predisposizione al lavoro manuale, dimostrando un’abilità tecnica non comune. Michele si sposa e ha due figli, Giuseppe e Mariangela, e nel 1985 decide, tra molte incertezze e non pochi pareri contrari, di lasciare il posto sicuro in fabbrica per mettersi in proprio. Una scelta difficile, ma presa con la speranza e la convinzione di poter offrire alla sua famiglia un futuro migliore. Il lavoro è duro e Michele si rende conto che la sola passione non è sufficiente per affermarsi. Decide allora di iniziare un impegnativo percorso di formazione come tecnico per impianti di refrigerazione industriale.

 

Per lunghi periodi lascia la Basilicata e la famiglia per recarsi a Napoli dove fa esperienze dirette presso rivenditori e in ditte locali. Dopo Napoli è a Belluno nella sede della Surfrigo, storica azienda italiana del settore industriale oggi conosciuta con il nome Gruppo De Rigo Refrigeration, e ancora a Pomezia presso la Misa Spa, leader mondiale nella produzione di Celle Commerciali ed Industriali. In questo cammino di formazione professionale sarà fondamentale il periodo trascorso a Casale Monferrato, considerata allora punto di riferimento europeo del freddo con oltre 15 aziende attive nel settore. Qui segue i corsi teorici e pratici per impiantisti-riparatori frigoristi, completando il suo apprendistato prima di far ritorno a Tito, dove fonderà poco dopo la FIMEL.

 

A partire da quel 14 novembre 1990, data di costituzione dell’azienda, Michele affianca al suo lavoro di tecnico frigorista, che lo vede impegnato su tutto il territorio potentino e regionalequello di progettazione e di vendita per le attività commerciali, per espandere il mercato di riferimento dell’azienda. Da questo momento in poi sarà un crescendo, fatto di molti sacrifici e tanta dedizione, con innesti che nel corso degli anni cambieranno il volto della FIMEL, come quello di Giuseppe prima e di Mariangela poi, e con il progressivo aumento dell’organico, tra collaboratori e giovani operai, ai quali adesso è la FIMEL a poter offrire un percorso di apprendimento professionale e di inserimento diretto nel mondo del lavoro .

 

Nel 2005 lo spirito imprenditoriale e la grande voglia di migliorare le conoscenze nel settore del contract, spingono Michele a progettare e a realizzare un macchinario per plasmare il plexiglass. È un esempio questo che forse più di tutti spiega quanto la continua ricerca di nuovi materiali e soluzioni per la produzione di oggetti di design e d’arredo innovativi, siano i pilastri principali sui quali da sempre si fondano le scelte dell’azienda, oggi affidata alle mani esperte di Giuseppe e Mariangela.